HOME TAC NUOVA SEDE SPETTACOLI BIO-GRAFIA
HOME
TAC
NUOVA SEDE
SPETTACOLI
BIO-GRAFIA
SPROLOQUI
LABORATORI
CON LE DONNE
TEATRO MIO!
MONOLOGHI DELLA VAGINA
 \Se avete feedback su come possiamo rendere il nostro sito più consono per favore contattaci e ci piacerebbe sentire da voi.
 

Tantissimissimi spettacoli... Pagina in costruzione...





"Scrivo quello che ho dimenticato di vivere" ... Forse è così o forse no. In ogni caso, io scrivo. 

Drammaturgie e sceneggiature. Spesso le dirigo e interpreto anche. Ogni volta accade la stessa magia: quello che prima ho immaginato e poi scritto, prende forma e vive. Respira, suda! E io mi conosco un pochino di più. 

Mettere in scena il mio mostro 
personale e non solo farla franca, ma prendere anche gli applausi per questo è magico e bellissimo.



Alcuni titoli del repertorio

Spettacoli per bambini
- La Damona di Carabà - Lei è Bella, lui... anche! - Dattelo -





OLTRE IL PONTE: Una favola tzigana.

Regia e testi di Ornella Bonventre

musica dal vivo di Roberto Durkovic e i Fantasisti del metrò

Con Marco Nicosia, Ornella Bonventre

Dalla vera storia di Durkovic e i fantasisti del metrò uno spettacolo di musica, amicizia, colore, energia e teatro. 

Si abbassino le luci, silenzio in sala, perché quella che inizia è storia vera. Molto simile ad una favola però, che come tutte inizia con ‘c’era una volta’ e termina con un lieto fine. C’era una volta un musicista italiano ma di sangue praghese, che un bel giorno decise di partire, chitarra in spalla, alla ricerca della sua Musica originaria.

 


LA SERA DELLA VAGINA

Una serata teatrale dedicata alla vagina e dintorni. Zone perineali di ironia intorno ai temi del femminile.

“Quante cose direbbe la mia vagina se potesse parlare! Come quel giorno al colloquio. Era davvero arrabbiata. Ma preferì chiudere la seduta in silenzio, pensando a quando… da lì a poco, si sarebbe finalmente rilassata sotto il getto della doccia.” 

Con Ornella Bonventre e Silvia Torri
Regia Ornella Bonventre 






LA NIPOTE

Spettacolo di teatro, danza e musica

Lo spettacolo prende le mosse dalla voce vera dei nonni materni della protagonista. Tutto nasce da una intervista che l’autrice ha realizzato per sigillare in un patto di memoria i ricordi, l’affetto e in definitiva, la storia di una relazione nonni/nipote che va oltre i ruoli di parentela e diventa una storia di amore e di crescita universale. Una riflessione sul senso delle radici e allo stesso tempo la celebrazione di due figure, quelle dei nonni, che dal principio alla fine rappresentano i nodi di tutta una vita intessuta di desideri ed esperienze in cui i sogni della protagonista si intrecciano con le prospettive e gli insegnamenti dei suoi nonni e qualche volta se ne allontanano, ma sempre per tornare ad unirsi, come i fili di un tessuto multicolore, che disegnano insieme la stoffa di una vita sulla cui trama variegata si srotola il senso di famiglia e generazione, di individualità e comunione, di identità e di differenza. Le voci dell’intervista vengono inframezzate dalla parola viva della protagonista in scena. Oggetti e i vestiti  animano i quadri della narrazione, richiamando il tempo passato e accendendo le immagini del futuro atteso. Una lettera della protagonista ai suoi nonni come testamento di amore, prima che il tempo spenga la parola, prima che sia tardi per dire grazie, lega tutte le emozioni, amare e dolci che si generano lì dov’è la sorgente della vita, alle radici che scavano profonde il cuore.


I MONOLOGHI DELLA VAGINA 

Spettacolo di teatro, danza e musica

L’arte, il teatro deve assumersi la responsabilità di fare cultura sul tema violenza di genere, il compito di rompere il muro del silenzio e dell’indifferenza, il coraggio di coinvolgere i giovani nella voglia di un cambiamento possibile. 
Ho la sicura convinzione che il cambiamento vero passa attraverso la cultura. Ho fiducia nell’arte e soprattutto nel teatro come luogo di libertà, verità, comunione e di trasformazione antropologica.









VOLARE O... O... 

Volare_flyer_roma
Il primo spettacolo teatrale che va in scena anche in diretta sul web!

Un prosciutto, un cerchio e una scala per volare. A che punto siamo? “Cosa ci fai laggiù?” Da una domanda nasce uno spettacolo, un disegno di felicità. Un cammino di ricerca in bilico tra il cadere e il volare che si chiude con la danza ironica di una donna e il suo manichino e un prosciutto da affettare.

FacebookVolare o... o...
Promo: Youtube



LE FAREMO SAPERE 

Oltre al C.V. c'è di più! Donne...

La scalata professionale in tacchi e gonnella non è proprio una passeggiata...
Signori e Signore è in scena la "donna equilibrista": tra un pannolino e una poppata, ottenere un lavoro è cosa insperata...
E la capa? Non se la passa certo meglio! Donna e mamma anche lei, mantenere fiera il ruolo è un vero flagello!
Un colloquio di lavoro tragi-comico ai limiti della lacrimazione! 




LA PAZIENZA DI PENELOPE

KOntattO!

I VESTITI NUOVI DELL'IMPERATRICE

FIGLIA DI EVA

Sezione in costruzione...







Site Map